stagione di prosa 2020

Contro tutte le avversità del caso, contro la paura, contro il buio tornano ad accendersi le luci sul palco del Morlacchi. Ecco la presentazione in video del direttore Nino Marino che intervista alcuni dei grandi protagonisti di questa anteprima di stagione.

Il Teatro Stabile dell’Umbria presenta il progetto produttivo 2020/2021 e l’avanprogramma del Teatro Morlacchi, composto da quattro spettacoli che andranno in scena da settembre a dicembre.

“Una stagione da ricordare quella del Teatro Stabile dell’Umbria, che nasce dalla necessità di ridare voce agli artisti, di far rivivere gli splendidi teatri della nostra regione e mantenere la relazione con un pubblico che, anno dopo anno, si rinnova e cresce insieme a noi.

Per farlo ci siamo confrontati con registi, attori, amministratori, tecnici e maestranze, per lavorare insieme a un progetto artistico che possa far riscoprire la potenza del teatro e che sia capace di misurarsi con le più qualificate esperienze nazionali e internazionali, come nella migliore tradizione della nostra regione fertile e creativa.

Abbiamo coinvolto per la riapertura importanti istituzioni culturali, dai musei alle accademie, all’università, abbiamo sperimentato nuove strade nella scrittura e nella forma, chiesto ad affermati artisti di accompagnare i nostri giovani attori umbri. E abbiamo osato portando in scena per un mese un’opera maestosa come Guerra e Pace in un maestoso e inedito palcoscenico: un’immersione nel capolavoro di Tolstoj che solo il teatro può restituire.
Abbiamo lavorato per offrire la possibilità a giovani registi e autori di concorrere con il meglio del teatro internazionale, dandogli l’occasione di proporre i propri lavori in prestigiosi e importanti teatri e festival come la Biennale di Venezia. La nostra azione è come sempre mirata a coniugare arte e crescita artistica collettiva intervenendo anche in luoghi apparentemente più marginali, come il carcere e le aree del terremoto. Insomma, ci siamo preparati come si fa per le grandi occasioni, per accogliere pubblico e cittadini e riscoprire insieme, sempre nel rispetto dei protocolli sanitari, la gioia e il piacere di tornare a teatro.”

Nino Marino Direttore Teatro Stabile dell’Umbria

Avanprogramma-PG-20_21_lres

PRODUZIONI 2020/2021

  • VORREI SCRIVERE IN TRATTI DI FUOCO
  • GUERRA E PACE
  • LA TRAGEDIA È FINITA, PLATONOV
  • LA CITTÀ MORTA
  • NIENTE DI ME uno studio
  • RAFFAELLO IL FIGLIO DEL VENTO
  • CORALE 2020
  • PER ASPERA AD ASTRA
  • CHI HA PAURA DI VIRGINA WOOLF?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.